Nicotera

Vota questa località


  3

  1

  1

  1


Perchè dovresti visitarla?

In antichità si credeva che Nicotera sorgesse sul luogo dell'antica Medma, tesi confutata dopo l'inizio degli scavi del 1912, diretti da Paolo Orsi, a Rosarno (RC). Oggi l'abitato gode di uno splendido paesaggio, comprendente Nicotera Marina, Monte Sant'Elia di Palmi, lo stretto di Messina, l'Aspromonte e le isole Eolie. Un vero e proprio terrazzo sul mare dal quale poter ammirare uno dei più suggestivi paesaggi che la Calabria offre.

Un po di storia non guasta...

Frammentarie ed insufficienti le notizie sulla storia della cittadina fino all'XI secolo, quando venne rasa al suolo dai bizantini e ricostruita, un poco più a nord, da Roberto I il Guiscardo, detto l'Astuto, il valoroso duca normanno che riuscì a conquistare tutta l'Italia meridionale ed a sconfiggere definitivamente gli arabi ed i longobardi. Nel 1065 venne fondata l'attuale Nicotera su una collina a 220 mt s.l.m., secondo la tradizione architettonica tipicamente normanna. Nonostante questo Nicotera è stata più volte conquistata, saccheggiata e ricostruita nel corso dei secoli per la sua posizione strategica di sbocco sul mare. Sotto il dominio di Federico II divenne uno dei porti più importanti della zona e raggiunse un potere economico significativo che ha mantenuto per secoli. Ben presto gli Angioini presero il posto dei Normanni, fortificarono ulteriormente le mura e governarono fino al 1700, quando Nicotera venne lasciata nella mani dei Ruffo di Calabria che ne restaurano i monumenti più importanti e riorganizzano la struttura della città.

Enogastronomia

Nicotera è indicata come località di riferimento per gli standard della Dieta Mediterranea, e quindi l'enogastronomia è una parte importante dell'anima cittadina.

Cultura ed Eventi

Gli eventi sono numerosi, soprattutto durante il periodo estivo: sagre, spettacoli musicali sul lungomare e giochi per i più piccini, sapientemente organizzati dalla Pro Loco e da associazioni locali al fine di coinvolgere i turisti ed i cittadini, non solo nicoteresi, visto che nel raggio di 30 chilometri troviamo rinomate località come Palmi, Gioia Tauro, Rosarno, Capo Vaticano e Tropea, tutte riconosciute "perle" del Tirreno calabrese. Una particolare menzione la merita la "Processione della Santissima Immacolata" dell'8 dicembre, che, seppur un po' fuori stagione turistica, resta una delle celebrazioni religiose più sentite della Calabria intera che, infatti, richiama fedeli da tutta la regione, i quali si riuniscono in corteo e seguono la statua lignea della Madonna portata dai pescatori fin dentro il mare. La tradizione narra che proprio quella stessa statua che ogni anno viene accompagnata nelle acque del mare, in quelle stesse acque fu ritrovata da un gruppo di pescatori molti secoli fa dopo molte giornate di forte tempesta ed ogni anno viene rievocato l'episodio sia per celebrare il ritrovamento sia per confermare la devozione alla Madonna che i cittadini nicoteresi sentono forte.

Natura & Spiagge

Svetta in cima ad un promontorio con vista panoramica sul Mar Tirreno, le Isole Eolie, lo Stretto di Messina, l'Aspromonte calabrese e, nelle giornate più limpide, l'Etna. E' Nicotera, l'ultimo comune de "La Costa degli Dei", quel tratto di litorale appartenente alla provincia di Vibo Valentia che disegna il Corno di Calabria e presenta un susseguirsi di baie, promontori, lingue di spiagge sabbiose e mare meraviglioso, città che può comunque vantare un affaccio sulla Piana di Gioia Tauro, terra di agrumeti ed uliveti, e su "La Costa Viola", suggestivo tratto di mare che regala tramonti mozzafiato.
La Marina di Nicotera offre spiagge larghe di sabbia fine, attrezzate sia per i turisti con famiglia e bambini che per i più giovani, ed un mare intatto e cristallino che presenta fondali bassi e popolati, perfetti per gli appassionati di snorkeling.

Gallery