Amendolea

Vota questa località


  5

  1

 

 


Perchè dovresti visitarla?

Amendolea è un piccolo centro, frazione di Condofuri, situato nel cuore dell'area grecanica a ridosso del fiume Amendolea. Il borgo è sovrastato dalla rocca su cui sorge il Castello Ruffo. In epoca bizantina fu un importante centro a difesa della grecità della zona. Perse la sua importanza a causa delle scarse vie di comunicazione con le zone costiere che pian piano portarono, anche a causa di calamità naturali, all'abbondono del borgo.

Un po di storia non guasta...

Le origini del paese sono incerte, tuttavia si ritiene che esso sorse in epoca precedente a quella dell'adiacente castello di origine bizantina. Molti storici identificano la fiumara Amendolea con l'antico fiume Alex che divideva il territorio di Reggio da quello di Locri Epizefiri. A partire dal XII secolo, grazie alla sua posizione strategica, il paese assunse una sempre maggiore importanza politica e militare, tanto che sino al 1806 la stessa Condofuri era un pagus (ossia un casale) di Amendolea. Nel 1624 le terre di Amendolea, castello compreso, vennero acquistate da Francesco Ruffo, duca di Bagnara. La famiglia Ruffo manterrà il feudo fino al 1806, anno in cui avrà fine l'età feudale. L'antico paese di Amendolea fu pesantemente danneggiato dal terremoto del 1908 e definitivamente abbandonato dopo l'alluvione del 1956.

Enogastronomia

La cucina del luogo è ovviamente quella grecanica. Cibo semplice ma genuino: antipasto calabrese a base di formaggi e salumi a km 0, maccheroni al sugo di maiale o agnello, grigliata di carne, ottimo vino e per concludere un buonissimo liquore al Bergamotto.

Archeologia & Architettura

Da visitare il borgo-castello che sorge in cima alla rocca. il Castello Ruffo domina dall'alto la vallata dell'Amendolea. Per arrivarci occorre camminare su una strada ripida per circa 30 minuti. Conviene essere dotati di scarpe adatta e di un cappello per ripararsi dal sole.

Gallery