Civita

Vota questa località


  17

 

 

 


Perchè dovresti visitarla?

A 450 metri dal livello del mare, all’interno del Parco nazionale del Pollino ed immersa nella riserva naturale del Raganello, sorge Civita, un borgo di sole 912 persone in provincia di Cosenza. Civita fa parte dei borghi già belli d’italia ed è stata insignita della bandiera arancione. Cività è una delle storiche comunità albanesi (arberesh), della quale influenza risente in ogni tradizione, come la lingua, i riti religiosi e i costumi tipici del popolo albanese.

Un po di storia non guasta...

L’origine del nome è incerta, si pensa possa richiamare la parola cifti (coppia in albanese), o ancor più alla parola quifti, aquila, in quanto per la posizione del territorio pare sia proprio un belvedere visto dall’altezza di un’aquila. Civita sorse a partire dal 1467, quando alcune famiglie albanesi in fuga dai turchi approdarono sul territorio, trovando i resti di un vecchio centro abitato ormai distrutto dal terremoto di qualche anno prima. La città venne donata dal Re Ferrante d’Aragona al principe albanese Giorgio Castriota detto Scanderberg. L’nfluenza della comunità albanese si concentra soprattutto nei riti religiosi, tipici della funzione religiosa bizantina. Nella chiesa di SS Maria Assunta, la comunità arberesh celebra i riti della tradizione, con i suggestivi canti in greco ed albanese. La chiesa è caratterizzata da mosaici, icone ed immagini sacre ortodosse.

Gallery