Parco Archeologico Urbano di Hipponion - Vibo Valentia

Vota questa località


  1

 

 

 


Perchè dovresti visitarla?

La città di Vibo Valentia è stata edificata sui resti dell'antica Hipponion, colonia di Locri Epizefiri. Il Museo Archeologico Vito Capialbi, allestito all'interno del Castello che domina dall'alto il borgo, conserva i reperti più importanti dell'antica Hipponion greca e della Valentia romana. I veri tesori però si trovano sparsi per la città, come le antiche mura e le abitazioni con pavimento a mosaico. Il parco archeologico urbano, in corso di realizzazione, suggerisce al visitatore un percorso attraverso queste importanti testimonianze storiche.

Archeologia & Architettura

La maggior parte delle strutture rinvenute nel centro di Vibo si riferiscono all'età romana imperiale e si datano dal I secolo a.C. al II secolo d.C. E' stata anche indagata una zona di rilevanza storica medievale. Il settore urbano di epoca antica più esteso è stato rinvenuto al quartiere di S. Aloe, dove sono state scoperte alcune domus di età romana imperiale, quasi tutte pavimentate con mosaici policromi. È stato scoperto e indagato anche un complesso termale, articolato in frigidarium, calidarium e palestra, forse connesso ad un'abitazione a carattere pubblico. Una delle grandi attrazioni del parco sono le antiche mura greche di Hipponion che si conservano in buono stato per lunghi tratti e nelle tipologia ricordano da vicino quelle della madre patria Locri Epizefiri.
Il Castello di Vibo sorge nell'area dell'antica Acropoli di Hipponion. Di origine bizantina, subì rimaneggiamenti dai Normanni, dagli Svevi e infine dagli Angioioni nel XIII secolo. Nel XIV secolo fu occupato dagli Aragonesi. La scelta di farne la sede del Museo Archeologico ha dato il via a importanti opere di restauro e adeguamento che ne fanno oggi una delle strutture museali più interessanti del Meridione Italiano.

Gallery